Richiedi una demo

Digitalizzazione Governance Notizia Sicurezza Glossario Compliance LegalTalks Tecnologia
Non categorizzato

Criteri ESG – tre punti essenziali per una governance sostenibile

Nel settore economico e finanziario il tema ESG è stato particolarmente popolare di recente. I suoi criteri sono utilizzati come fattori di analisi extra-finanziaria per valutare gli attori economici al di là dei parametri abituali. Includendo questi criteri, le organizzazioni possono distinguersi e dimostrare il loro impegno responsabile, promuovendo così la sostenibilità della loro governance. Blog - Criteri ESG tre punti essenziali per una governance sostenibile

DA DOVE VIENE IL CONCETTO DI ESG?

L'acronimo ESG ha origine dal concetto di "triple bottom line" o "triple P" (People, Planet, Profit) introdotto negli anni 90. L'obiettivo era dimostrare che le aziende avessero interesse a concentrarsi su criteri diversi dal semplice profitto. Il concetto si è evoluto negli anni trasformandosi in "criteri ESG," pilastri dell'SRI (Socially Responsible Investment). Il d.lgs. 2016/254 ha introdotto l’obbligo per le aziende quotate di pubblicare annualmente la cosiddetta Dichiarazione non finanziaria, cioè il bilancio di sostenibilità, affrontando il tema sostenibilità dal lato delle imprese. Oggi, l'interesse di questi tre criteri ambientali è quello di misurare l'importanza che l'azienda attribuisce a: Criteri ambientali: Emissioni di gas a effetto serra, generazione di rifiuti, cambiamento climatico Criteri sociali: il modo in cui l'azienda considera le persone con cui collabora (diversità, gestione del capitale umano, salute, sicurezza, condizioni di lavoro, pari opportunità) Criteri di governance: riferiti al modo in cui l'azienda è gestita (trasparenza, indipendenza del consiglio di amministrazione, diversità, struttura del consiglio di amministrazione, pratiche fiscali, retribuzione dei dirigenti).

COME CREARE VALORE PER GLI STAKEHOLDER SULLA BASE DEI CRITERI ESG

Il messaggio trasmesso dai criteri ESG è semplice, una società ha più probabilità di avere successo a lungo termine se genera valore per tutti i suoi stakeholder, in altre parole, per i suoi clienti, dipendenti, fornitori e l'ambiente. Nel nostro paese è di recente la notizia che Euronext, principale mercato finanziario di borsa valori pan-europeo, ha annunciato il lancio del nuovo indice Mib ESG, il primo indice «Environmental, Social and Governance» dedicato alle blue-chip italiane, pensato per individuare i grandi emittenti italiani quotati che presentano le best practice di sostenibilità. L’indice facilita l’adozione dei principali approcci di investimento ESG da parte degli investitori in Italia e in Europa. Il primo indice MIB ESG dimostra inoltre il forte coinvolgimento nella transizione ESG della maggior parte delle più grandi società quotate italiane.

CRITERI ESG: QUALI SONO I PRINCIPALI INDICATORI DI GOVERNANCE SOSTENIBILE?

Le organizzazioni sono ormai consapevoli della necessità di adottare nuovi modelli di governance per promuovere il successo e la crescita. Non è più sufficiente ottimizzare i margini di profitto: è indispensabile valorizzare il capitale umano e la governance per ottenere un successo riconosciuto collettivamente. La responsabilità sociale è quindi al centro della governance sostenibile, come modello ispiratore di successo per molte aziende. Alla ricerca di un modello di governance sostenibile e moderno, queste aziende stanno focalizzando i loro sforzi nell'applicazione di criteri ESG tenendo conto di tutti i fattori in discussione. Questo non è semplicemente traducibile in "spuntare una casella" o "fare bella figura e raccogliere fondi", ma è essenziale per raggiungere e valorizzare la vera mission di sostenibilità. Ad oggi, l'attenzione dei consigli di amministrazione e dei board riguardo i criteri ESG fa la differenza tra le organizzazioni intraprendenti e responsabili e quelle che non lo sono. Seguendo questa logica, il tema della sostenibilità deve essere una priorità per il consiglio di amministrazione in relazione a temi di diversità, di inclusione e di welfare sul lavoro. Questo implica, più in particolare, una spinta verso il "paperless" o la riduzione dell'impronta del carbonio e la salvaguardia dell'ambiente. DiliTrust, il vostro partner di lavoro che garantisce una migliore governance, offre i suoi servizi per aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi.

published on 30/11/2021